La fattrice gravida viene monitorata con controlli ecografici mensili, sia al centro che presso il proprio domicilio, e sottoposta a regolare profilassi vaccinale (EHV 1,4 a 5-7-9 mesi e IE+TE a 10 mesi). La struttura è dotata di ampie sale parto con pavimento gommato, in cui le fattrici vivono per le ultime 3 settimane di gestazione.
 
Per individuare con certezza il momento del parto ci si avvale sia del sistema Foal Alert, che di un sistema di videosorveglianza h24, che consente di intervenire tempestivamente anche in caso di emergenza (es. red bag, distocia) che non inducono l’attivazione del sistema Foal Alert.
 
L’assistenza al parto è fornita da personale veterinario, che esegue subito una rapida valutazione dello stato di salute del puledro, applicando il sistema Apgar Score, e monitora gli importanti eventi che seguono la nascita del puledro: espulsione della placenta e sua valutazione macroscopica, disinfezione ombelico e somministrazione siero iperimmune antitetanico, aiuto nell’assumere la stazione, controllo delle poppate e valutazione strumentale della qualità del colostro.
 
Il puledro viene monitorato per tutta la notte per essere certi che sia in grado di mangiare regolarmente da solo e, se necessario, viene aiutato nell’espulsione del meconio con la somministrazione di clisteri, onde evitarne la ritenzione (più frequente nei puledri maschi).
 
La qualità del colostro viene misurata dopo il parto con un apposito refrattometro e qualora fosse di scarsa qualità/quantità al puledro può essere somministrato colostro eterologo grazie alle riserve presenti al centro; inoltre, a 24 ore di vita il neonato viene sottoposto ad uno screening ematologico completo, che consente di valutare la quantità di anticorpi assunti (e se necessario procedere tempestivamente alla somministrazione di plasma iperimmune) e lo stato generale, individuando precocemente l’insorgenza di processi infiammatori.

GRAZIE AI NOSTRI PARTNERS